La corsa alla liquidità post Covid

La corsa alla liquidità post Covid

acconti e saldi andrew & sax
Tasse: addio acconti e saldi? 
5 Agosto 2020
ecobonus Andrew & sax
Ecobonus 2020 110%: cos’è e quali vantaggi ci sono per le PMI
20 Agosto 2020

Una recente ricerca di Crif disegna lo scenario che sta impattando sulle PMI italiane successivamente alla ripartenza dopo il lockdown. Ne emerge la corsa alla liquidità post Covid, ma non solo. Alcuni settori, principalmente il turismo e tempo libero, il commercio di auto, l’edilizia e la meccanica, sono stati particolarmente colpiti dalla crisi a livello nazionale.

E’ il momento di reagire per contrastare nella maniera più efficace possibile gli effetti negativi della crisi di liquidità che ha travolto le imprese italiane: un accurato tagliando aziendale può rappresentare realmente la soluzione!

La corsa alla liquidità post Covid: i settori più colpiti 

Durante il lockdown, il consumo nazionale medio ha subito un calo drastico a causa della chiusura di oltre l’80% delle attività imprenditoriali italiane. Ma per alcuni settori vi è stata un’amara sorpresa anche dopo le riaperture della fase 2.

L’obbligo persistente del distanziamento sociale, unito alla riduzione della domanda di alcuni beni ritenuti non essenziali o giudicati troppo costosi, hanno infatti inciso moltissimo sulle scelte dei consumatori italiani. Turismo, ristorazione, filiera dedicata al tempo libero e vendita di automobili sono i settori che, per ragioni diverse, stanno soffrendo di più. Un modo per limitare gli effetti negativi è di investire nell’e-commerce e, più in generale, nel digitale.

Le principali conseguenze di questa contrazione di capitale circolante sono:

  • deterioramento del rating;
  • riduzione dell’operatività commerciale;
  • allungamento dei tempi di pagamento dei fornitori.

Effetto contrario per il settore farmaceutico, GDO e per i media: oltre a non aver subito alcun arresto della propria attività durante il lockdown, hanno visto un incremento di produttività. La natura dei prodotti o servizi erogati, infatti, è stata percepita come necessaria e non voluttuaria, oltre ad avere un minore impatto sulle tasche dei consumatori.

Un’esigenza di liquidità sempre più forte 

Le analisi di clima condotte tra i principali attori dello scenario economico globale fanno emergere un timido ottimismo: c’è speranza per una ripresa già dai primi mesi del 2021.

Ma attenzione: il (cauto) ottimismo si registra soprattutto tra le imprese di più grandi dimensioni. E le PMI?

Tra chi partiva già prima del Covid-19 da una liquidità non proprio rosea e chi ne sta subendo un drastico calo come conseguenza del lockdown, la situazione è piuttosto seria e non può purtroppo essere integralmente coperta dai flussi di cassa generati nel 2020.

Ecco quindi che vanno trovate subito delle soluzioni alternative:

  • il ricorso alla moratoria prevista dal Decreto Cura Italia è uno degli interventi più utilizzati dalle imprese per cercare di fronteggiare alla scarsa liquidità, evitando l’ulteriore perdita di risorse che possono rivelarsi essenziali in questo momento. Inoltre, chi richiede la sospensione delle rate di mutui e finanziamenti non è soggetto al passaggio a sofferenza;
  • maggiore accesso al credito, purchè fatto in maniera ragionata. I tassi di interesse sono scesi ai minimi storici, è vero, ma occorre – oggi più che mai – evitare di fare il passo più lungo della gamba! Ricordiamoci che si tratta pur sempre di un prestito che va restituito.

La liquidità da sola non basta. Occorre un intervento mirato e professionale 

La crisi del fatturato, e la conseguente corsa alla liquidità post Covid, tuttavia, non esauriscono il problema delle PMI. C’è infatti dell’altro: principalmente la mancanza di un piano accurato e chiaro per dialogare con banche e fornitori, affrontando serenamente il futuro.

Noi di Andrew & Sax Advisor spa possiamo vantare un punto di vista privilegiato per osservare la realtà di moltissimi imprenditori: la nostra missione, da sempre, è quella di farti riprendere a fatturare e, soprattutto, a guadagnare. E come lo facciamo?  

Non offrendoti soluzioni di comodo, temporanee e preconfezionate, ma sedendoci accanto a te, dialogando fianco a fianco, un vero e proprio tagliando aziendale. Si tratta di una procedura accurata e personalizzata, che si compone di varie fasi:

  • analisi di tutte le dinamiche della tua azienda, dal tipo di attività alla solidità finanziaria;
  • progettazione delle soluzioni ideali per la tua situazione;
  • erogazione dei servizi studiati e predisposti specificamente per te;
  • trasferimento del know how: è questo un punto fondamentale, necessario per non farti più cadere negli stessi errori.

Oggi più che mai è di estrema importanza agire tempestivamente e nella maniera più corretta ed efficace. Non è tempo di compiere passi falsi: ogni tua scelta, dalla corsa alla liquidità sino alla più piccola strategia quotidiana, deve essere ponderata e calibrata sulle tue reali necessità.

Approfitta dell’esperienza di chi può orientare il timone della tua azienda verso la giusta rotta. Contattaci per prenotare il tuo tagliando aziendale!

 

CHIEDICI DI PIÙ!

[/vc_column][/vc_row]