Ecobonus, 2020 110%: che cos’è e quali vantaggi offre

Ecobonus 2020 110%: cos’è e quali vantaggi ci sono per le PMI

corsa alla liquidità
La corsa alla liquidità post Covid
12 Agosto 2020
DECRETO AGOSTO
Decreto Agosto: quali novità per le PMI
24 Agosto 2020
ecobonus Andrew & sax

L’ecobonus 2020 110% è un’interessante agevolazione fiscale introdotta dal Decreto Rilancio (DL 34/2020), recentemente convertito in legge, a favore di tutti coloro che sosterranno spese per la riqualificazione energetica degli edifici. Consiste, in particolare, in una detrazione IRPEF (per le persone fisiche) o IRES (per le persone giuridiche) la cui efficacia, inizialmente prevista fino al 31 dicembre 2021, è stata estesa in sede di conversione del DL fino al 30 giugno 2022 per le case popolari e prevista anche per le seconde case.

Lo scopo della normativa è quello di incentivare la riqualificazione del patrimonio edilizio nazionale. Ma può rivelarsi una opportunità estremamente interessante per i piccoli imprenditori, riducendo le tasse e, quindi, risparmiando la liquidità. In che modo? In questo articolo ci soffermeremo in particolare su come questo nuovo super bonus al 110% possa essere sfruttato a vantaggio della tua azienda e come puoi approfittarne.

Ecobonus 2020 110%: che cos’è e quali vantaggi offre alle PMI 

Con il Decreto Legge n. 63/2013 (Sismabonus), Decreto Rilancio è stato finalmente approvato il nuovissimo super bonus al 110 per cento al fine di sostenere il settore edile e promuovere la riqualificazione in chiave ecologica ed antisismica di case ed edifici in generale. Si tratta di un’occasione molto vantaggiosa, non solo per i privati che effettuano i lavori, ma anche per le PMI.

Le possibilità di vantaggio per le imprese infatti si riscontrano:

  • per gli imprenditori del settore edile: grazie all’agevolazione fiscale introdotta, si creerà un circolo virtuoso che incentiva notevolmente il lavoro per chi si occupa di ristrutturazioni edili. I proprietari di immobili che necessitavano da tempo di un intervento, e che magari lo rimandavano per mancanza di liquidità, saranno adesso “ingolositi” da questo rimborso perché, praticamente, otterranno una ristrutturazione a “costo zero”; tutto questo si traduce in un incremento di lavoro per tutte le PMI del settore edilizio.
  • in generale per tutti gli imprenditori: è stato previsto che anche le singole imprese possano accedere alle agevolazioni Sismabonus ed Ecobonus. Pensiamo a chi esercita, ad esempio, attività di ristorazione o di svago, agli studi estetici o agli studi professionali. Un rinnovo dei locali d’impresa si traduce sicuramente in un miglioramento dell’immagine stessa dell’azienda. Ma non solo: attraverso la cessione del credito è possibile ottenere una liquidità immediata estremamente utile.

Come funziona il bonus 110%?

Ecobonus 2020 110%: come funziona il rimborso 

Le detrazioni previste dal Decreto Rilancio per l’ecobonus 2020 contemplano, come abbiamo visto, una percentuale di rimborso pari al 110%.

Le forme di rimborso previste sono varie, la scelta spetta direttamente al contribuente a seconda della propria maggiore convenienza. Vediamole in dettaglio.

Ecobonus 2020 al 110% con credito d’imposta 

La prima forma di rimborso della spesa sostenuta per i lavori di efficientamento energetico è il credito d’imposta. Il contribuente potrà dunque ottenere un rimborso, sotto forma di detrazione dalle somme dovute a titolo di Irpef ed Irap, dell’intera spesa sostenuta (entro certi limiti che vedremo più avanti) oltre un ulteriore 10%.

Il tutto in un periodo d’imposta davvero breve: appena 5 anni (contro i 10 anni del vecchio ecobonus) in rate annuali costanti, a partire dall’anno fiscale successivo a quello in cui vengono eseguiti i lavori.

Ecobonus 2020 al 110% con cessione del credito

E’ soprattutto questa seconda forma di rimborso ad essere particolarmente interessante per le PMI, per ottenere liquidità immediata.

La nuova normativa prevede infatti la possibilità, per gli interventi di efficientamento energetico, di effettuare una cessione del credito che deriva dall’ecobonus e dal superbonus:

  • alla ditta che ha eseguito i lavori
  • agli istituti di credito

I vantaggi sono evidenti: commissionando i lavori si ottiene la ristrutturazione dell’edificio senza sborsare un centesimo, mentre l’azienda a cui il credito è stato ceduto può usufruire di una liquidità immediata cedendo a sua volta il credito ad una banca, oppure può ottenere la compensazione delle imposte per i successivi 5 anni. In entrambi i casi, dunque, vi è la possibilità di usufruire di una risorsa che può rivelarsi realmente molto preziosa per l’attività d’impresa.

Ecobonus 2020 al 110% con sconto in fattura

Vi è ancora un’ulteriore possibilità di ottenere il rimborso, molto interessante, che devi conoscere.

Sei un imprenditore ed hai un’impresa di costruzione? Puoi sostenere tu i costi dei lavori e poi applicare lo sconto in fattura. Lo sconto in fattura consiste in un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso, anticipato dai fornitori che effettuano i singoli interventi.

Grazie all’ecobonus, potrai poi recuperare lo sconto sotto forma di credito d’imposta, il cui importo sarà pari alla detrazione che ti spetta. Naturalmente, come abbiamo appena visto, hai anche la possibilità di cedere il bonus ad altri soggetti come le banche.

Sono ammesse al rimborso fiscale tutte le spese sostenute dal primo luglio 2020 sino al 31 dicembre 2021 (30 giugno 2022 per l’edilizia popolare). Per poter accedere all’agevolazione fiscale è necessario garantire il miglioramento di due classi energetiche, che va dimostrato attraverso l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) rilasciato da tecnico autorizzato.

Rivolgiti a noi per sapere come fare!

Non perdere questa interessante opportunità di risparmio per te e la tua azienda.

Per accedere al rimborso fiscale del 110% previsto dal nuovo Decreto Rilancio occorre presentare, esclusivamente per via telematica sul sito dell’Agenzia delle Entrate, una circostanziata domanda. I dettagli sui requisiti di compilazione verranno resi noti a breve, ma di sicuro sarà necessario uno studio attento ed accurato.

Rivolgiti quindi con fiducia ad un team di professionisti che sapranno guidarti anche in questa occasione unica per incrementare la tua liquidità aziendale e risparmiare sulle tasse.

Chiedici come fare!