Scopri come ottimizzare la gestione del personale: alcuni accorgimenti

Gestione del personale

Scopri come ottimizzare la gestione del personale: alcuni accorgimenti utili

pagare meno tasse per i dipendenti 1
Tra i servizi che Andrew & Sax propone c’è anche quello di consulenza per la gestione delle risorse umane, con particolare attenzione alle problematiche della deducibilità delle spese.

Un buon imprenditore è in grado di occuparsi della gestione del personale in maniera efficiente e proficua.

Non è sempre semplice gestire una pluralità di persone, non solo dal punto di vista umano, ma anche dal punto di vista fiscale. Contributi, tasse, spese mediche e molto altro possono complicare la gestione del personale fino a richiedere una notevole mole di lavoro.

Con la consulenza di direzione per aziende la possibilità di abbassare il reddito imponibile di un’impresa si traduce in un percorso ben studiato, anche grazie alle ultime novità con la legge di bilancio.

Pur essendo al corrente della nuova finanziaria, è normale che tu possa non sentirti sicuro nell’organizzare, in base alle nuove leggi, delle strategie per la fiscalità dei dipendenti e nella gestione del personale in generale.

Qualora infatti un imprenditore non sia certo della strada da intraprendere non deve esimersi dal contattare noi di Andrew & Sax Advisor per decidere insieme un piano fiscale che porti a risultati concreti e a un percorso di crescita.

I costi previdenziali e assistenziali dei tuoi dipendenti sono un onere sì, ma sono la prova concreta che la tua azienda garantisce posti di lavoro e tutela i suoi dipendenti. Da queste premesse il nostro lavoro si articola nella direzione più utile a ogni imprenditore, così da poter finalmente ottenere il proprio guadagno e avere la possibilità un domani di assumere nuovamente. In questo senso quindi la gestione del personale non si riduce soltanto a degli adempimenti fiscali, ma fa parte di una più ampia visione mirata alla crescita non della sola azienda ma anche della sua comunità.

Non sono pochi gli imprenditori costretti a lamentarsi del fatto che nelle loro tasche rimane ben poco, pur avendo un utile piuttosto alto.

La gestione del personale vale anche per chi, prima di ottenere un guadagno, deve ancora trovare il modo per fatturare senza per questo doversi indebitare con le banche. Ridurre i costi del personale aiuta sicuramente a migliorare i margini e ad ottenere una presenza sul mercato più competitiva sia in termini di offerta che di tempistica e servizio.

Andrew & Sax Advisor ha il dovere di comprendere queste situazioni e al fine di migliorare non solo la produttività dell’azienda ma anche la serenità dell’imprenditore, può studiare diverse strategie.

Con l’aiuto dei nostri consulenti l’imprenditore potrà abbassare il reddito imponibile della propria azienda, ottenendo vantaggi fiscali e allo stesso tempo ottimizzando la qualità del lavoro e dei suoi dipendenti.

Una delle metodologie più comunemente utilizzate è ad esempio relativa ai premi di risultato, per i quali è stata stabilita, in base alla Legge di Bilancio 2018, una particolare detassazione.

In particolare, si parla di una tassazione sostitutiva del 10% in luogo della classica aliquota Irpef, riferiti a premi di risultato, o in alternativa la loro trasformazione in servizi di welfare, non imponibili nei limiti del Tuir.

Questa forma di detassazione è esclusivamente riservata per i lavoratori dipendenti a tempo determinato e indeterminato del settore privato, con un reddito da lavoro nell’anno precedente inferiore a 80000 €.

Il premio di produttività tassato al 10% è una soluzione win-win, poiché non rientra nel calcolo delle detrazioni né, ad esempio, del bonus Renzi; concorre però alla formazione dell’ISEE.

Il limite massimo si attesta a 3000 € (4000 in caso di partecipazione di coinvolgimento del lavoratore nell’organizzazione del lavoro).

Come abbiamo detto, in alternativa alla detassazione il PDR può essere convertito in servizi di welfare, che non sono imponibili. Ciò è possibile se la conversione è prevista dal contratto, e ad essa si applicano vincoli quantitativi e qualitativi. I benefit sostitutivi del PDR possono consistere in:

  • Contributi di previdenza e di assistenza sanitaria

  • Azioni

  • Abbonamenti ai trasporti

  • Opere di utilità sociale (cinema, palestra, viaggi)

  • Istruzione

  • Buoni pasto

  • Auto aziendale

  • Fabbricati

  • Interessi su prestiti

Inoltre, è possibile anche l’assegnazione di voucher per il godimento di questi servizi.

Negli ultimi anni un gran numero di lavoratori dipendenti ha optato per la fruizione dei servizi di welfare in luogo del PDR.

In questo modo è possibile ottenere un significativo risparmio fiscale e contributivo da parte dell’azienda.

Questo è solo un esempio di una delle numerose modalità che è possibile adottare per migliorare la gestione del personale sotto tutti i punti di vista, continuando a offrire lo stesso trattamento economico ai dipendenti ma contemporaneamente usufruendo degli strumenti che la legge ci mette a disposizione.