Obbligo revisione legale: vale anche per te? Ecco i requisiti

Obbligo revisione legale: vale anche per te?

necktie 1209416 1280
Società di revisione contabile: l’organo di controllo responsabile
29 Giugno 2018
Tutela del patrimonio
Tutela del patrimonio: come mettere al sicuro la ricchezza prodotta
13 Luglio 2018
obbligo revisione legale 3

obbligo revisione legale 3

L’ obbligo revisione legale è un obbligo che spetta a determinati tipi di imprese e società, e riguarda appunto la necessità di sottoporsi a un procedimento di revisione legale.

Eccoci quindi giunti al quarto e ultimo appuntamento di questo nostro viaggio riguardante il mondo della revisione dei conti.

Già, perché quando parlo di revisione legale non intendo una valutazione da parte di avvocati riguardante lo stato giuridico della tua attività. No, intendo invece quella che è comunemente conosciuta come revisione contabile, che recentemente ha cambiato definizione.

Obbligo revisione legale: vale anche per te? Ecco i requisiti che la fanno scattare

“La mia impresa è piccola, perché dovrebbero fare la revisione legale anche a me quando ci sono tante multinazionali che evadono le tasse?“

Questa è una frase che sentiamo dire spesso, ma contiene anche un po’ di errori. Adesso vi spiego quali:

  1. Il fatto che la tua impresa sia piccola non vuol dire che non deve essere sottoposta all’obbligo revisione legale. Sono altri, infatti, i requisiti che disciplinano e che fanno scattare l’obbligo. Più avanti ti spiegherò quali.
  2. Se la multinazionale evade o meno le tasse, questo non ha niente a che fare con l’obbligo revisione legale. Quest’ultima infatti è un procedimento che non ha come scopo quello di verificare la correttezza dei conti dell’azienda, ma soltanto appurare che non siano stati fatti errori significativi nella stesura del bilancio.

Vuoi capire meglio come funziona il procedimento di revisione legale ?

Cosa dice la legge

Anche se credi di essere aggiornato, sappi che la legge riguardante l’obbligo revisione legale è di lunga data e, nel corso degli anni, ha subito parecchie modifiche. Per questo è bene verificare di rientrare nel range giusto per non incorrere in sanzioni.

1939

A quest’anno risale la prima legge che disciplina la revisione contabile. In realtà, definisce e certifica per la prima volta l’esistenza delle società fiduciarie e di revisione, ossia il prototipo delle odierne società di revisione contabile. Questi enti, per poter essere definiti tali, dovevano ricevere autorizzazione dal Ministero dell’Industria.

1975

La legge del 1939 sopravvive intatta fino al 1975, quando si introduce l’obbligo revisione legale e relativa certificazione alle società quotate in borsa.

obbligo revisione legaleL’articolo 2477

Questo articolo del Codice Civile si occupa di disciplinare l’obbligo revisione legale per le società non quotate in borsa.

Al di là del fatto che anche quelle non sottoposte all’obbligo possono comunque scegliere di farlo (e qui vi spiego il perché), si prevede un’apposita procedura per le srl.

La revisione legale srlè una tipologia di revisione legale obbligatoria che si riferisce nello specifico alle società a responsabilità limitata.

L’obbligo revisione legale sussiste nelle srl a particolari condizioni:

  • Se il capitale sociale è uguale o superiore a quello minimo stabilito per le SpA;
  • Quando la società è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;
  • Nel caso in cui controlli una società a sua volta sottoposta all’obbligo revisione legale;
  • L’obbligo, infine, è valido nel caso in cui per due esercizi consecutivi siano stati superati due dei limiti dell’art. 2435 bis.

L’articolo 2435 bis

A cosa si riferisce invece quest’articolo? Si tratta di una possibilità prevista dalla legge volta a semplificare quest’operazione, ossia il bilancio abbreviato.

Quest’ultimo è un bilancio riservato a società che per due esercizi consecutivi non abbiano superato queste soglie:

  • 400.000 € di stato patrimoniale;
  • 800.000 € di ricavi;
  • 50 dipendenti all’attivo.

Dunque, nel caso in cui queste soglie non vengano superate, è possibile procedere con il bilancio in forma abbreviata. Contrariamente, come detto sopra, ci si rifà all’articolo 2477 che prevede l’obbligo revisione legale per quelle srl.

2010

Appena 8 anni fa arriva una nuova disposizione a smuovere nuovamente le acque in materia, il decreto legislativo 39.

In realtà questa norma non va a modificare il campo di applicazione dell’obbligo revisione legale,ma invece ridefinisce i criteri e i principi di revisione. È adesso il Mef, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, a disciplinare questa attività, di concerto con la Consob e l’Isvap per i rispettivi campi di appartenenza.

Viene inoltre definita nel dettaglio la struttura della relazione, indicandone le parti obbligatorie.

Oggi

Non è ancora finita, però. L’ultima novità risale all’ottobre 2017, quando è stata approvata una nuova legge che ridefinisce l’obbligo revisione legale.

Con questa norma, in particolare, si abbassano i requisiti per i quali incorre l’obbligo precedentemente disposti.

Ricordate i limiti di 4.400.000 ecc? Bene, con questa legge sono così ridefiniti:

  • Stato patrimoniale: totale all’attivo maggiore o uguale di 2 milioni di €;
  • Ricavi di vendite e prestazioni: totale maggiore o uguale di 2 milioni di €;
  • Dipendenti all’attivo: 10.

Inoltre, non sono più 2 ma 3 gli anni in cui è necessario rimanere sotto le soglie per tornare al bilancio abbreviato.

Come puoi vedere, si tratta di nuove soglie decisamente più alte rispetto a prima, che vanno a modificare tutta la legislazione precedente.

Tuttavia, questa legge al momento non è ancora entrata in vigore e non si sa quando questo accadrà. Per il momento, quindi, restano i validi i vincoli fissati dall’articolo 2435 bis.

obbligo revisione legale

Cosa succede quando vige l’obbligo?

Niente di particolarmente preoccupante. Una società di revisione contabile o un revisore legale verranno ospitati da te nella tua azienda, dove potranno avere libero accesso alla documentazione relativa al bilancio.

Procederanno a effettuare delle verifiche, volte ad accertare che il tuo bilancio non sia inficiato da errori significativi. Lo faranno attraverso delle metodologie diverse, che dipendono da loro scelte arbitrarie, ma che sottostanno a precisi princìpi definiti dalla legge.

Se tutto è andato per il verso giusto, a seguito della verifica verrà rilasciata la certificazione di bilancio, che attesta la “giustezza” del tuo bilancio, fornendoti credibilità verso i tuoi clienti, verso le banche e verso i tuoi partner.

Questa è la revisione contabile, e non è difficile prepararsi ad affrontarla.

Sia che tu sia sottoposto all’obbligo revisione legale, sia che tu voglia procedere autonomamente, sappi che noi di Andrew & Sax possiamo aiutarti in questo percorso, fornendoti gli strumenti necessari e assicurandoci che l’intero procedimento di revisione proceda senza intoppi e porti a un risultato positivo.

Contattaci per scoprire come ottenere la certificazione di bilancio

Vito De Giglio

Area Fiscale


andrewsax logo verticale

In ottemperanza al “DPCM 17/3/2020 n° 18 Cura Italia”, informiamo tutti i nostri clienti che hanno un contratto in essere che abbiamo attivato la possibilità di erogare gli interventi di consulenza in modalità smart-working utilizzando tutti gli strumenti e le piattaforme disponibili.

I nostri consulenti sono altresì a disposizione per tutte le eventuali delucidazioni e approfondimenti attinenti le misure indicate nel decreto “Cura Italia”.

I clienti interessati al servizio possono inviare una email al seguente indirizzo:
divisionemanagement@andrewsaxspa.com
oppure contattare direttamente il Consulente di riferimento.